"Tres" con La Nuova Sardegna mercoledì 10 luglio CD n.2

Carissimi. Fino a domani troverete in edicola, abbinato al quotidiano La Nuova Sardegna, il libretto TRES col primo cd "GRAMSCI, un'Omine, una Vida".

Se non lo aveste ancora acquistato chiedetelo entro domani al Vostro edicolante.

Da mercoledi, invece, potrete acquistare il secondo cd, BOGHES NOAS, per metà dedicato ai giganti di Mont'e Prama.

Siete Voi che determinerete il risultato dell'iniziativa. Grazie di cuore.

Gramsci, un Omine una Vida - Valencia (Spagna) 02.07.2019

Credetemi amici, oggi a Valencia é stato un vero tripudio. Il racconto cantato e suonato della vita di Antonio GRAMSCI ha davvero fatto il botto. Nessuno di noi se l'aspettava.

Domani terminiamo la tre giorni con la prova finale del workshop su Emilio LUSSU. Vi abbracciamo riconoscenti per il Vostro costante sostegno.

Lussu, un 'Omine, una Vida. - Oristano 12.06.2019

Locandina
Locandina "Lussu un 'Omine, una Vida" UNLA Oristano 12.06.2019

Un ricordo. Il giorno 9 giugno 1937 (lo stesso anno in cui morì nelle carceri fasciste Antonio Gramsci) furono assassinati a Bagnoles, in Francia, i fratelli Carlo e Nello Rosselli. Sicari fascisti francesi comandati dall'Italia.... Riporto alcune strofe dedicate al tragico misfatto, dal nostro ultimo libro, LUSSU, un'Omine, una Vida. 

Vi aspettiamo all'UNLA (Oristano, via Carpaccio 9) alle ore 18,30. PER NON DIMENTICARE:

SA MORTE DE SOS FRADES ROSSELLI
726. 
....Rosselli est in Bagnoles, Normandia,
si curat sa flebite isperanzosu,
unu centru termale primorosu
ue sanan bene cussa maladia,
benin a l’agatare, cussa ‘ia,
su frade Nello, semper premurosu,
e sa muzere Marion est inie,
l’at fatu cumpanzia calchi die.
727. 
De lampadas su noe, a s’istazione,
acumpanzadu at Carlo sa muzere,
Nello est cun issu, e tenet praghere
de istentare ancora, est s’ocasione,
mancu lontanamente poden crere
ca los oretan cun mala intesione,
una pariga ‘e dies passu passu,
sighin a Carlo e Nello in cada zassu.
728. 
No ischin ca pro issos an su fadu
in terra italiana istabilidu,
de inie est chi s’ordine est partidu,
e suni sos fascistas chi l’an dadu,
«Su capu de Gielle – ana pensadu –
det esser fatu foras e bochidu,»
e gai si sun fatos mandatarios
e an’agatadu in Francia sos sicarios.
729. 
Torran in fatu, Carlo e Nello umpare,
car’a s’albergo, insoro residentzia,
fortzis no an notadu sa presentzia
de chie sighit a los pedinare,
s’idene gai, ingrundu, sorpassare,
si firmat sa vetura in d’una ‘ia,
nde falat Nello, luego est isparadu,
pois a istocadas agabbadu.
730. 
Su frade tenet sa matessi sorte,
in d’unu buscu ambos che los ghetan,
si fuini luego, no isetan,
e torran a Parigi, curren forte,
a sos Rosselli dadu an sa morte,
ma ca est balentia non si cretan,
sos terroristas nd’an bochidu duos,
ma it’ana logradu a sos congruos?...